sabato 31 dicembre 2011

Pensieri di fine anno

Di solito non scrivo post di questo tipo... ma oggi è una giornata fredda per andare giù in garage a cominciare lavori di cui non sono convinto.
È finito un'altro anno, alla fine si tratta solo di una data, domani mi sveglierò solo un giorno più vecchio e, con altissima probabilità, per il resto non sarà cambiato nulla... a ben pensarci il 2012, in certe parti del mondo è già arrivato da qualche ora.

Nel 2011 son cambiate, per il sottoscritto, diverse cose.
Ho perso un lavoro che francamente non mi si addiceva neanche un poco... però qualche soldo e qualche soddisfazione si portavano a casa... e poi, come ogni esperienza, un qualcosa mi ha arricchito e fatto crescere; a pensaci bene, anzi, mi ha fatto capire cose che, altrimenti, non avrei mai visto, almeno non da quella certa prospettiva.
Ho deciso di vendere una mia motocicletta... cosa che non avrei mai pensato prima... però ho capito che le moto vanno usate; non sono soprammobili (anche se qualche raro esemplare, per vari motivi, merita di finire in collezioni/musei), se son tenute ferme perdono il loro significato (la loro anima se volete... visto che molti di noi gliene attribuiscono una)... purtroppo, come diceva il grande Gino Bramieri, ho un culo soltanto... e anche il portafogli non è proprio gonfio... non riuscendo a metterle in strada tutte e tre ho deciso di cederne una, sempre a malincuore comunque. Una è il sogno di una vita e ogni volta che la guardo me ne innamoro sempre di più (anche se scopro sempre nuovi difetti... ma del resto è un'HD). Un'altra è stata la mia prima vera moto, il mio Honda CA 125 Rebel, che ho atteso e sudato a lungo, ma davvero a lungo, quando, da ragazzini, gli anni non passano mai, con le infinite giornate sui noiosi banchi di scuola e i lavoretti di fatica da sguattero per racimolare poche lire. Su questa moto dovrò scrivere un giorno... forse pure presto! La scelta è stata dunque obbligata... alla fine ho deciso di cedere il mio Savage!
Ho ritrovato vecchi amici... che han portato con se sia gioie che magagne... ma si sa, la gente è bella anche per questo.
Sono ricaduto nella trappola della Vespa dell'amico... di media ogni 10 anni mi prendo in carico la riparazione/restaurazione di uno di questi amati (non da me) ciclomotori/motocicli... al che mi sovvengono tutta la serie di motivi per i quali, per due lustri, non ho più voluto averci a che fare...
Ho perso la fede ferrea nel Dio dei Cristiani (quella nella Santa Romana Chiesa, nelle altre Chiese e nell'uomo la avevo già smarrita da anni...) che prima avevo... forse per colpa del troppo materiale sugli Alieni e affini che leggo/vedo... forse perché ho capito che, sia che esista come no, Dio non se ne fa nulla delle Chiese che sono una invenzione dell'uomo che vuole, come sua naturale indole, dominare sui suoi simili... ho capito che le Chiese col divino c'entrano molto poco, per non dire nulla... non so esattamente in cosa credo ora, però ho capito bene in cosa non credo; nella verità rivelata, qualunque essa sia e da chiunque arrivi, la verità è sempre ricercata e sudata, figlia di dubbi e domande, quasi mai assoluta...
Ho cominciato a scoprire quale grande cultura sia quella Giapponese... anche in campo motociclistico.
Mi son fatto i bigliettini da vista... sto provando a mettermi in affari per conto mio, da "autonomo".
Un mio articolo è stato pubblicato su un sito di visibilità nazionale! Grazie ancora SportsterManiacs!
Ho imparato come si costruisce una sala prove insonorizzata.
Ho visto miei amici sposarsi e mettere al mondo figli. Ne invidio il coraggio!
Ho ripreso a studiare per laurearmi... speriamo di farcela nel 2012, magari entro settembre!!!
Ho perso, del tutto, rispetto per la mia Nazione, la sua bandiera e le istituzioni che la rappresentano. Ho perso la fiducia nelle Forze dell'Ordine ed ho sviluppato disprezzo per la casta che rappresentano (unica eccezione fatta per i Vigili del Fuoco ai quali va tutta la mia stima).
Ho smesso di fumare!!!! Per tutto il 2011 non ho toccato una sigaretta!!!
Ho scoperto che le CafèRacer mi piacciono... ma ancora di più le Scrambler!
Sono aumentato di ben 12 kg.
Dopo anni, dato che il lavoro che avevo richiedeva una certo aspetto "serio", ho potuto rifarmi crescere i miei adorati basettoni.
I miei amici Sweet Children han ricominciato a suonare fuori ed io a seguirli come tecnico/attrezzista/fan.
Ho cominciato a pensare di più con la mia testa... almeno credo, è difficile auto-valutare la qualità delle proprie elucubrazioni.
Al momento non mi sovvengono altri cambiamenti rilevanti...
Per il prossimo Anno auguro a Voi, ma anche al sottoscritto, di essere liberi e coscienti... pericolosi pensatori liberi da morali comuni, indottrinamenti e dogmi... di ridere e scherzarci su che tanto, se proprio i Maya ci han beccato, il peggio che ci possa capitare è di estinguerci... di ricordarvi che la vita è breve e, per quanto è dimostrabile, una sola, quindi non scordate di divertirvi e fare casino! Ci auguro di saper accettare i nostri difetti e imperfezioni e di saperli riconoscere come parte di noi... è una cosa difficile quanto utile!
Buon 2012!
mesillo

P.S.: meno male che non è un tema... sono andato completamente fuori tema rispetto a quello che mi ero progettato dovesse essere questo post!

lunedì 26 dicembre 2011

Lomo & C.o.

Parto subito col mettere avanti le mani... se siete fotografi o esperti di grafica questo post potete anche risparmiarvelo!
Sicuramente in ritardo ho capito che l'immagine è un modo veloce, potente e funzionale di comunicare. Si tratta di un metodo utilizzatissimo, sino ad oltrepassare il limite dell'abuso, al giorno d'oggi e al quale siamo ormai abituati, per non dire assuefatti.
Se vi interessa sapere esattamente cosa è la Lomografia meglio facciate riferimento ad altre fonti tipo Wikipedia.
Per gli ignoranti come me, che vedono nella foto un mero mezzo di comunicazione universalmente accettato e non (non riuscendo/volendo capirla) una forma d'arte, si tratta di una tecnica per cui si fanno foto alla "cazzo di cane" con strumentazioni obsolete, al fine di ottenere foto con effetti (difetti se volete) particolari tipici dell'analogico.
Per le foto alla carlona non c'è problema, penso di essere il campione nazionale!
Per la strumentazione vecchio stampo ci sono dei problemini invece... per usare le macchine analogiche, al giorno d'oggi, serve passione per la fotografia poiché richiedono: pratica, tempo, manutenzione e soldi... meglio una più facile ed economica digitale! Per gli effetti/difetti vecchia scuola (oggi si direbbe Vintage) esistono diversi soluzioni, alcune professionali, e più impegnative, altre meno "colte" ma, ai nostri ignoranti fini, non meno efficaci e, soprattutto, veloci e semplici.
Per le soluzioni Professionali mi limito a lasciarvi un link: http://www.mora-foto.it/guide.html. Trovo queste guide fatte davvero bene.
Ora, per gli ignoranti come il sottoscritto, vi presento due applicazioni:
pixlr-o-matic: permette di applicare alle nostre immagini digitali molti effetti tipici delle vecchie stampe analogiche. Gli effetti applicabili sono divisi in tre categorie, selezionabili attraverso il lancettone nella parte bassa della divertente interfaccia grafica, che rispecchiano le varie fasi della realizzazione di una foto analogica: scatto, sviluppo negativo e stampa. L'applicazione è disponibile come stand-alone (Windows, Mac-OSX, iOS Android) o come web-app (volendo per FaceBook e su Chrome web store): http://pixlr.com/o-matic/.
Picasa (Google): la nuova versione del software per la gestione delle immagini di BigG, oltre a fare molte altre cose, permette di applicare facilmente alle proprie foto tutti gli effetti "vintage" che oggi vanno tanto di moda. Tra l'altro, anche se è ufficialmente disponibile solo per Windows, gira benissimo su Wine.

domenica 25 dicembre 2011

Canguri di Natale!

Questo è un Natale atipico. C'è la crisi "economico-finanziaria" e tutte le sue conseguenze socio-politiche. Ci sono i Maya col loro calendario che volge alla fine. Ci sono le "caste" coi loro privilegi. C'è lo scontento generale della popolazione.

A Natale si usa farsi gli auguri... augurarsi reciprocamente situazioni positive e piacevoli... di solito si augura Felicità e Serenità... il sottoscritto augura a tutti quelli che passano per questa pagina, ma non solo, di essere Immensamente Felici... ma non sereni!... vi auguro una quantità di fastidio intollerabile... un fastidio: intimo, logorante, costante, insopportabile... un fastidio che vi costringa a: osservare, pensare e reagire... ma a pensare con la vostra testa, a dare retta ai vostri istinti, ad ascoltare il vostro stomaco... vi auguro, con tutto il cuore, che tutte le vostre certezze crollino come castelli di carte lasciandovi nudi e indifesi davanti ai dubbi e incertezze... vi auguro di dubitare di tutto e tutti... di abbandonare nauseati qualsiasi dogma o preconcetto di sacralità... vi auguro di vedere la parte di male che c'è in ogni cosa buona e, viceversa, la parte di bene che è insita, necessariamente, in ogni cosa maligna... vi auguro di vedere sempre i due lati della medaglia e di saperli accettare... vi auguro di sgranare gli occhi, la luce fa male la prima volta che la si vede, ma è un'esperienza esaltante... vi auguro di abbandonare il concetto di assoluto e di abbracciare quello del relativo; che ti sconvolge ma ti rende incredibilmente libero... vi auguro di sviluppare una coscienza enorme, smisurata, e sempre in continua agitazione, una coscienza che vi tormenti in eterno e che vi spinga a cercare sempre la verità senza tregua... vi auguro di trovare il coraggio e la forza di agire secondo la vostra coscienza, o altrimenti di venire divorati dai rimorsi e passare il resto della vita a maledirvi... vi auguro che ogni vessillo, icona, divisa o bandiera vi provochi la nausea... vi auguro di sviluppare idee vostre e di saper sempre metterle in discussione... vi auguro che nessuno, che non siate voi stessi, possa dirvi cosa è giusto o sbagliato... vi auguro di capire che legale è diverso da giusto come illegale è diverso da sbagliato... vi auguro di saper perdonare ma di non poter dimenticare... vi auguro di preferire il buono al bello... vi auguro di incazzarvi e di non darvi mai per vinti, di non rassegnarvi mai... vi auguro di vivere sempre in bilico e in continuo divenire; perché ciò che è fermo e certo è spento, morto o poco più!

Dato che a Natale io non sono più buono ma solamente più pigro, rimando la maggior parte dei "Fanculi di Nasale" ad un eventuale prossimo futuro... per ora mi limito ad auto-mandarmi a Fanculo per diversi motivi!

Tanti cari Canguri di Natale a tutti!!!
Mesillo

mercoledì 21 dicembre 2011

Facce da Sportster... d'epoca!



Interessante la colorazione della XLCH nella seconda foto... oggi questi colori sono praticamente scomparsi, anche dal gusto comune... al sottoscritto piacciono; diversi dal solito, noioso ed eccessivamente presente, nero senza cadere nell'ovvio arancio o in colori eccessivamente vistosi che possono stancare. Una livrea certamente particolare senza essere troppo appariscente.

sabato 17 dicembre 2011

Domande da Sportster...

Attualmente ci sono due domande che mi girano in testa e alle quali cerco di trovare risposta... nulla di filosofico naturalmente; solo delle curiosità da appassionato:

1) Quale sarà l'attuale record di velocità per uno Sportster?
Harley-Davidson Streamliner
265.492 mph => 427.267957 km/h


In quale anno è stato stabilito e da chi?
Cal Rayborn (AMA Hall of Fame) nel 1970.


La moto:
motore: Harley-Davidson Sportster (IronHead) da 89 pollici cubici (circa 1460cc) alimentato con una miscela al 70% di Nitro-metano, denominato "Godzilla".
interasse: 10 piedi => 3,048 m.
peso: 700 libre => 317,5 Kg.
Caratteristiche particolari:
  • "center-hub steering"; in pratica la moto si guidava in posizione automobilistica senza la possibilità di appoggiare a terra i piedi.
  • la visone della pista era permessa dalle due finestre (trasparenti chiuse) della carena che sono laterali alla ruota anteriore.


Attuale proprietario:
Indianapolis Motor Speedway Museum

Pagina su motorcyclemuseum.org





Questa moto è attualmente, anche, la seconda Harley-Davidson e la 6° moto (in assoluto) più veloce del mondo.
La HD più veloce (3° assoluta) è la Harley Davidson Easy Rider che, nel 1990, raggiunse i 518.4 Km/h spinta dai suoi due motori ShovelHead-Based da 1500cc l'uno... facile con due motori no?!?

2) Che fine ha fatto la Sporty di Jovanotti?

Vi ricordate "La mia moto"?
Mi ricordo che da ragazzino avevo questo disco, in MusiCassetta, e c'era la possibilità, spedendo un tagliando staccabile dalla copertina, di vincere proprio la moto che si vede nel video e, con targa leggibilissima, anche sulla copertina del disco stesso. In teoria questa moto in palio doveva essere proprio quella appartenente, all'epoca, al giovane cantante Lorenzo Cherubini.

Inutile dire che si tratta di una Sportster (con altissima probabilità 883), non so esattamente il modello... proverò ad informarmi!... targata "MI 753213".

venerdì 16 dicembre 2011

Origini::XLCH

Harley Davidson Sportster XLCH
Una versione più "racing" dello Sportster presentata nel 1959 è contraddistinta dalla sigla XLCH.
Concepita per essere un mezzo performante nell'uso misto "on/off-road" (verosimilmente definibile factory scrambler) differisce della versione stradale Sportster XLH per:

  • Accensione a magnete di tipo sportivo
  • Scarico alto
  • Serbatoio carburante "peanut" simile a quello della serie Hummer
  • Parafango posteriore corto ("bobbed")
  • Gomme semi-tassellate
  • Fregi del serbatoio simili a quelli di alcune HD da competizione contemporanee
  • Su questo, fondamentale, modello fa la sua comparsa la mitica "sopracciglia" ("eyebrow"), anche detta "unghia", reggi-faro che, ancora oggi, è caratteristica distintiva delle Sporty (almeno di quelle che non fanno il verso alle sorelle maggiori).

Google Zeitgeist 2011

Vi consiglio vivamente i "come fare"; possono sconvolgere!!!
http://www.googlezeitgeist.com/it/

giovedì 15 dicembre 2011

Sportster Way


Vi dovesse mai capitare di passare in zona Knox, Knoxville Tennessee (USA), col vostro Sporty ricordatevi di fare un salto a Via Sportster!

Two is megl che One!

Antipolitica...

http://it.wikipedia.org/wiki/Antipolitica
... o è solo voglia di rivoluzione della gente per bene!?!... quanto tempo resta ancora prima di scoprirlo?!?

Caffè e "giornale"...

Nonostante abbia perso lo stramaledetto lavoro la (sana?) abitudine a svegliarmi presto mi è rimasta.
Moca da 3 di caffè, perché non si è mai abbastanza agitati di questi tempi, e 3 letture di rito...

... tutte e tre (in ordine alfabetico... proprio perché un ordine si doveva dare...) parlano della vitale frivolezza che sono le Motociclette; perché la mattina la si deve cominciare bene!

martedì 13 dicembre 2011

Spread

Visto che il Natale si sta avvicinando; chissà quali altri regali il governo farà alle, maledette, banche con il nostro "sangue"... per me sto "Spread", un po come tutta la finanza, è come l'uomo nero; serve solo a farci star buoni e zitti... e pagare!!!!!

Gimp e Sportsters my 2009

Ho deciso che devo imparare ad usare bene Gimp. La grafica gioca un ruolo fondamentale al giorno d'oggi se si vuole, anche solo a livello dilettantistico, lavorare sul web. Anche se, fortunatamente devo dire, l'uso delle gif animate sta drasticamente calando questo tipo di file può risultare comunque utile se si vuole realizzare una piccola animazione.
Ovvio che la mia prima realizzazione non poteva che essere un, pacchiano e/o grottesco se volete, omaggio alla generazione di Sporty cui appartiene il mio...

Connessione a Google+

Ultimamente BigG sta proponendo un sacco di migliore ai suoi, già ottimi, servizi... in particolare Blogger, che forse un poco ne aveva bisogno, è soggetto a continue migliorie... che faccio? Provo anche questa?... magari dopo un bach-up!

Per la vecchiaia...

I Trike non mi sono mai piaciuti troppo... gli trovo mezzi ibridi che uniscono i disagi della moto e dell'auto... tuttavia, pensando alla vecchiaia, ci si potrebbe anche adattare...

Il primo in particolare mi ha colpito... anche se meno "Sportster" del secondo (ditemi cosa c'azzecca il filtro nero!!??... che palle sto nero!!!)... un poco Chopper, un poco HotRod, un poco mezzo agricolo (come tutti i "veci" della mia zona penso che mi dedicherò all'orto... se il governo non mi costringe ad emigrare o a lavorare fino alla morte...) e dal cuore Sportster!!!

Bella, se ho la fortuna di arrivaci alla vecchiaia mi faccio la Sportster da "'ndare a tore i radici" (andare a prendere le piante di radicchio)!!!

Fonte:http://www.hotbikeweb.com/products/1005_hbkp_bolt_on_sportster_trike_conversion/index.html

giovedì 8 dicembre 2011

ascii-art signature

                              ___    ___             
                          __ /\_ \  /\_ \            
  ___ ___      __    ____/\_\\//\ \ \//\ \     ___   
/' __` __`\  /'__`\ /',__\/\ \ \ \ \  \ \ \   / __`\ 
/\ \/\ \/\ \/\  __//\__, `\ \ \ \_\ \_ \_\ \_/\ \L\ \
\ \_\ \_\ \_\ \____\/\____/\ \_\/\____\/\____\ \____/
 \/_/\/_/\/_/\/____/\/___/  \/_/\/____/\/____/\/___/ 

EST. 1996

mercoledì 7 dicembre 2011

Trenitalia si scusa per il "disagio".

Sarebbe più giusto Vergognarsi per il Disastro a parere mio...

Vi racconto la mia mezza giornata alle prese con FS.

Alle 14:00 circa arrivo alla stazione del mio Paese convinto di acquistare il, salatissimo, biglietto per Ferrara e prendere il Treno delle 14:25 per Rovigo... purtroppo, forse a causa dei tagli, questa corsa non esiste più! Ok, colpa mia che non ho controllato sul sito... dovevo immaginare che le sfasciatissime ferrovie italiche potevano cancellare tranquillamente dei treni!
Per fortuna mio padre deve recarsi in un paesotto di campagna nei pressi di Rovigo, per motivi di lavoro, e si offre di accompagnami sino alla stazione del capoluogo di provincia. Durante il tragitto in macchina l'autoradio è sintonizzata su Radio2 (RaiDue??)... e anche su questo forse farò un post!
A Rovigo compero l'ingiustificatamente salatissimo biglietto per Ferrara e salgo sul RV (Regionale Veloce... ex InterRegionale) delle 15.09 che da Venezia S.L. va a Bologna; vi faccio notare che, contrariamente alla "freccia della palude" che collega Chioggia al capoluogo di provincia, questo è un treno frequentatissimo e di una certa importanza per un gran numero di persone, passando per: Padova, Rovigo, Ferrara, ecc... .
Noto subito dopo la partenza che il convoglio si muove in maniera vistosamente lenta, all'inizio penso che sia per far passare una qualche treno veloce a lunga percorrenza che gode di precedenza (avrebbero anche rotto!... sono causa di un casino di ritardi per i pendolari!), finché non si arriva, sempre a velocità ridottissima, alla stazione di Polesella (subito prima del ponte sul Po che porta nel Ferrarese) dove il treno si ferma. Dopo 10 minuti buoni si ode l'annuncio del Capotreno affermare che si viaggia con 10 minuti di ritardo per problemi tecnici e che si pensa di poter ripartire fra 4 minuti. Con buona probabilità i minuti delle FS non sono gli stessi del Sistema Internazionale, non riesco a darmi altra spiegazione. Dopo altri buoni 20 minuti vediamo passare il Capotreno/Macchinista, sulla banchina, con qualcosa che aveva tutta l'aria d'essere un manuale in mano, mentre si dirigeva verso la motrice (in coda). Poco dopo arrivava, sempre da parte del capotreno, l'annuncio che il convoglio su cui "viaggiavamo" era soppresso, per problemi tecnici, e che saremmo potuti salire sull'omologo dell'ora successiva; che sarebbe passato 20 minuti più tardi sul marciapiede "che poi ci dirà" (professionalmente incompetente fino in fondo; del resto è personale Trenitalia!).
Passo i successivi 20 minutiFS (che non coincido con quelli del resto dell'umanità) ad osservare divertito la gente, le sue reazioni e il paesaggio spettrale offerto dal luogo.
Per me Polesella non è un punto ignoto della terra... per molti passeggeri di quel treno ho scoperto di si!... del resto magari è gente che viene da Venezia o Bologna... o da chissà dove!
Una signora telefonando, probabilmente al marito che l'attendeva a Bologna, ha descritto il luogo dove si trovava così: "... qui c'è solo della gran nebbia!". Altri asserivano che sembrava una stazioncina fantasma del FarWest. Effettivamente la nebbia circondava letteralmente la piccola stazione e impediva di vedere il mondo circostante. In più la stazione di Polesella è in parte in disuso e, dove ci sono i binari morti, è adibita a deposito di materiale anche vecchio... mucchi di vecchie traversine e altre apparecchiature di contorno alla ferrovia (delle specie di quadri elettrici da esterno) assieme alle infrastrutture in disuso dei binari inutilizzati danno un certo senso di fatiscenza e abbandono; tipico di certi scorci dei paesaggi ferroviari. Sembrava di essere bloccati in una stazione dispersa in una specie di limbo spazio-temporale. Per quanto possibile suggestivo devo dire!
Scruto la motrice e la pilotina ma, dall'estero, non riesco a vedere nessun danno o segno di guasto... sarei curioso di sapere cosa è successo!




L'altro Regionale Veloce (chiamarlo veloce dimostra ancora di più l'incompetenza delle FS e del loro personale) arriva e, dalla carrozza di coda, esce il Capotreno/Controllore (???) che, con tono scostante, ci incita: "forza, ci sono tutti i posti in piedi liberi!". Emerita testa di cazzo; mica è colpa nostra se i vostri treni, a cui il vostro personale fa manutenzione e revisioni, si rompono! Comunque, lasciando stare la maleducazione di quest'individuo, il posto sul treno, anche se per la maggior parte in piedi, c'è... non dico da star comodi ma c'è! Una volta saliti tutti si aspettano quei circa 5 minuti SI perché possa passare il maledetto treno con precedenza... poi se ne aspettano altri 5 buoni non si sa a che pro!... si parte, si fanno 500m circa, si fa una brusca frenata e si sta fermi altri 2 minuti, il ritardo non è mai troppo!
Finalmente si arriva alla fatiscente e maleodorante Stazione di Ferrara con 10 minutiFS, dichiarati, di ritardo sull'orario del secondo treno... che fanno 1:10 oreFS (1:15 abbondanti delle mie...) su quello che ho preso io!

Arrivato a Ferrara in ritardissimo dopo aver pagato un iper-esuberante prezzo per il titolo di viaggio riesco, correndo e senza alcun agio, comunque a fare buona parte di ciò che dovevo...

Ritorno alla, sempre sporca e piena di invadente pubblicità, stazione di Ferrara per le 18:15 e, visto che siamo ormai sotto Natale e FS non risparmia in regali ai suoi clienti, il treno RV (Bologna-Venezia) delle 18:29 è dichiarato con 20 minuti di ritardo a causa "problemi di ordine pubblico" (???... azzo!... a Bologna fan rivolta e io ne sono all'oscuro!?!?). I minuti diventano 30, poi 20, poi 25 e, infine, di nuovo 20! Per la cronaca; il treno è arrivato con 24/25 minuti di ritardo, dimostrando che il minutoFS differisce da quello SI!
Il fatto grave è che il convoglio arriva già iper-affolato... al limite dell'umano!... e a terra c'è almeno un'altra metà della gente che c'è a bordo. Spingendosi l'un l'altro e occupando ogni minima porzione di suolo calpestabile, come in una specie di Tetris umano in 3D, si riesce ad entraci tutti... ma l'operazione richiede buoni 5 minutiSI di sosta al treno! Quando praticamente non riesci a girarti in nessun modo che ti eviti di far sentire il tuo alito al vicino, e viceversa, l'unico modo di far passare il tempo (SI o FS che sia) è conversare. Apprendo che la corsa precedente e stata soppressa (allora non capita solo alla "freccia della palude") e che, oltre a non aver per nulla allungato il convoglio al fine di adeguarlo all'ovvio nuovo carico di passeggeri (personale incompetente sempre, dovunque e comunque!), una carrozza in coda è chiusa (sempre perché e Natale... e si deve stare vicini e festeggiare!)!



Per una cosa del genere (ma anche solo per una sua frazione) il ministro dei trasporti Giapponese avrebbe fatto Harakiri... in Italia morirebbero 2 ministri dei trasporti ogni treno che parte (o che dovrebbe partire)... grande popolo, e cultura, il Giappone!

domenica 4 dicembre 2011

Warhol e Sportster


Passare le, nebbiose e fredde, Domeniche di Dicembre a recuperare componenti da vecchie schede elettroniche può nuocere, ance gravemente, alla salute mentale...

Parte 3

Pubblicata su SportsterManiacs la 3°, ed ultima, parte del mio articoletto sull'iniezione.
... shot sempre alla buona...
Grazie ancora agli Admin!

Scrambler Sporty

Beccata!... ed è pure in vendita!... peccato essere disoccupato!

Sporty retrò...

A parte il fantastico Bobber rigido su base XL... in secondo piano si (intra)vede una Sportster preparata con gusto e fuori dai canoni attuali... mi pare di capire fosse presente al Kustom Kulture 2011 di Cesena; peccato che la galleria fotografica di quest'anno non sia ancora pubblicata.

Devo assolutamente saperne di più!!!!