venerdì 9 agosto 2013

Esclusori Sonda lambda a due fili per Harley-Davidson

O2 sensor eliminators

Tutto quello che vi serve sono:
  1. Due connettori AMP SuperSeal femmina (quello senza gommino giallo) a due poli (tutte le loro 5 parti!).
  2. Due resistori da 1MΩ (io consiglio sempre da Mezzo Watt... e, se possibile, 5%).

Sto giro, oltre allo schema, ho provato anche a cimentarmi in uno schema di montaggio grafico... visti i, poco decorosi, risultati mi riprometto di non farlo più!

Questi aggeggi servono, in pratica, a far stare perennemente la moto in Open-Loop, in modo da poter estendere l'influenza dei "Fueler" (centraline aggiuntive) sull'intera la mappa.

domenica 14 luglio 2013

Capitoli...

La vita di ognuno è divisibile in capitoli credo, almeno la mia si...
Questa, lunghissima, settimana ha visto la chiusura di due capitoli importanti, anche se molto diversi, della mia vita: finalmente sono riuscito a laurearmi ed è stata chiusa l'unica community a cui abbia mai veramente partecipato.
La laurea per il sottoscritto è stata una fatica smodata, per ottenere un titolo di studio devi essere in grado di concentrarti sull'obbiettivo, cosa che a me non riesce affatto bene... io tendo a distrarmi, a godermi il viaggio, ad assimilare il quanto più possibile, a vivere tutto senza lasciare indietro nulla... insomma, sono un'inconcludente del cazzo!!!
SportsterManiacs invece mi piaceva. Era una cosa che mi portava via tempo e forze, per questo ho dovuto, nell'ultimo periodo, abbandonarla un poco. Però non mi pesava assolutamente, partecipare era una cosa che mi procurava soddisfazione. Di solito io leggo molto e, solo sporadicamente, partecipo scrivendo sui forum. Su quel forum e con quella gente la cosa era diversa... non voglio nemmeno provare ad analizzare i perché e percome.
La cosa bella di SM era che ognuno dava per quello che poteva... e c'è gente che ha dato tanto chiedendo, in cambio, solo un comportamento un filo corretto e, quando necessario, comprensivo.
"Come si fa a lasciare morire un forum così?" qualcuno ha chiesto. "Come cazzo si fa a non accorgersi che sui collettori c'è una guarnizione?" dico io. Semplice, la gente fa quello che può! E noi chi si è per giudicare? Forse abbiamo guardato in bocca al, proverbiale, cavallo donato.
Qualcuno si è arrabbiato perché ci teneva, e questo deve fare solo piacere.
Qualcuno ha battuto i piedi per terra come un bimbo al quale levi il giocattolo, comportamento forse immaturo ma che sottolinea attaccamento.
Qualcuno ha addotto scuse più o meno credibili per il suo abbandono... certe davvero non le ho capite... ma ognuno è un piccolo universo parallelo e, magari, in un sistema di riferimento diverso certi ragionamenti sono perfettamente logici.
Certi hanno preso al volo l'occasione per depredare il moribondo dei suoi averi... e quando si sono accorti che forse poteva risorgere hanno anche voluto scaricare la responsabilità dei propri atti su altri... che birichini!!!!
Grazie a tutti Signori! Grazie a chi ha fatto e anche a chi ha disfatto... a chi si è arrabbiato e a chi se ne è fregato... grazie a chi ha mollato e a chi ha continuato... grazie a tutti per aver preso parte a questo importante capitolo della mia vita, almeno quella digitale... ci si vede e ci si sente! Ci conto che ci si senta!
Grazie Maniacs!!!
Buona Strada!
Il vostro amichevole mesillo di quartiere.

martedì 28 maggio 2013

giovedì 25 aprile 2013

Creazione di una compagnia assicurativa per motociclisti #assicuriamocim


Le polizze assicurative per i motoveicoli hanno dei costi improponibili, si arriva a pagare la metà del valore del motoveicolo stesso, oramai sono in tanti che per sfuggire a questi costi assurdi non assicurano nemmeno il motoveicolo.
In Francia, negli anni 80, c'era una situazione analoga, ma i motociclisti hanno reagito, creando la loro compagnia assicurativa, la Mutuelle des Motards.
Il Coordinamento Italiano Motociclisti, associazione che da oltre vent'anni opera nella tutela dei diritti dei motociclisti, vuole proporre ai motociclisti Italiani di unirisi a noi per creare una compagnia di assicurazione per motociclisti, fatta dai motociclisti.
Però serve la collaborazione di tutti, si deve essere disposti a versare circa 50 € a testa per creare il fondo di garanzia, senza il quale non può essere costituita una compagnia assicurativa.
L'obiettivo è di creare una compagnia che permetta l'emissione di polizze assicurative RC per motoveicoli a due o tre ruote, con un costo inferiore ai 200 € a polizza.
La compagnia sarà strutturata come "società di mutua assicurazione", senza fine di lucro. Dettagli su questo tipo di compagnia assicuratrice li potete trovare seguendo questo link.
Questa petizione è una raccolta di firme di coloro che sono interessati a partecipare alla creazione di questa nuova compagnia. Non si stanno chiedendo soldi, prima di ogni cosa occorre sapere se la cosa interesse e quanti siamo ad essere disposti a farlo. In pratica una dichiarazione di intenti da parte dei motociclisti che la firmeranno.
Se si raggiungerà il numero adeguato di sottoscrittori, verrete ricontattati e si passerà alla fase operativa, creando le specifiche e tutto quello che manca prima di passare alla raccolta dei fondi, ma il primo passo da fare è quello di capire in quanti siamo a volerlo fare.
I motociclisti possono essere un esempio di solidarietà per tutto il Paese.
Ora tocca a noi.
Marco Polli
Presidente del Coordinamento Italiano Motociclisti

venerdì 15 febbraio 2013

Paolo Barnard - Il piu grande crimine

Un poco lungo e impegnativo... ma vale davvero la pena di guardarlo e capirlo...
... Io rivoglio la sovranità nazionale... e Voi?